Corsi di Musical

Il Laboratorio di Musical

Il teatro, in tutte le sue forme, è una buona metafora della vita. In scena si rappresenta spesso la realtà, a volte il sogno ma sempre e comunque la verità”.

Cos’è un corso di Musical? E che differenza c’è con un Laboratorio di Musical? Corsi di musical ce ne sono tanti, interessanti e ben fatti. Il percorso che proponiamo è ovviamente basato sullo studio e l’esercizio di tre discipline diverse (ballo, canto e recitazione) ma che concorrono a creare un’unica performance. Ciòche differenzia il nostro è il metodo di lavoro. Il metodo che adottiamo, tipico dei laboratori, parte dall’elaborazione delle esperienze personali fatte in aula da ogni partecipante, attraverso la dimensione del gioco oltre che della tecnica, in un ambiente libero che permetta di sperimentare e divertirsi, con il fine di aumentare volta dopo volta la propria consapevolezza. Questo permette agli studenti di ottenere una performance in scena di grande presenza ed efficacia.

A chi è indirizzato il laboratorio?Il corso è indirizzato a chi ama ballare, cantare o recitare e vuole migliorare la propria capacità comunicativa, che ha voglia di sperimentare e crescere per arricchire il proprio bagaglio espressivo. Non è necessaria un’esperienza precedente nel Musical, ma sonofondamentali la motivazione, una gran voglia di divertirsi, di conoscere di più se e degli altri, vivendo un’esperienza unica nel suo genere: unire 3 diverse discipline in una e di grande impatto.

Qual è l’impegno settimanale?Il corso si tiene il martedì (Canto) e il venerdì (danza e recitazione), in orari funzionali per chi lavora.

Quando ci sarà la prova? chiama la segreteria o inviaci una mail (vedi contatti)

Cosa devo fare se voglio fare la prova? Portati una tuta o un abbigliamento comodo che ti permetta di muoverti liberamente, delle scarpe da ginnastica o calzini antiscivolo e il titolo di una canzone che ti piace.

Chi sono gli insegnanti?Gli insegnanti accompagneranno gli studenti durante tutto l’anno accademico per far emergere i talenti di ogni singolo, e per metterli a disposizione del gruppo, costruendo una solida base per lo spettacolo di fine anno, che andrà in scena su un vero palcoscenico.

Andrea Gaetani: attore, musicista, formatore, ha iniziato a studiare pianoforte all’età di nove anni, proseguendo poi sotto la guida di diversi insegnanti tra cui Alberto Mauriello e Paolo Gilardi, con cui ha studiato armonia e composizione classica. È diplomato in composizione per colonne sonore col maestro Martinotti e oggi, oltre a comporre le colonne sonore di diversi spettacoli teatrali, cortometraggi e documentari, da diversi anni accompagna, dal vivo, gli spettacoli d’improvvisazione teatrale.Ha studiato recitazione presso Teatrobliquo e doppiaggio con Felice Invernici e Tony Fuochi. Ha studiato improvvisazione teatrale presso Teatribù, associazione di cui fa tuttora parte in qualità di attore e docente. In seguito si è perfezionato con diversi insegnanti attraverso seminari internazionali di improvvisazione teatrale (RandyDixon, Patti Stiles, Lee White, Arnie Zaslowe, Jim Libby, Stephen Sim e altri), recitazione cinematografica (Sergio Rubini, Giovanni Veronesi…), commedia dell’arte (Claudia Contin, Ferruccio Merisi, Eugenio Allegri…).

 

Cristina Fraternale: Ha conseguito il diploma di Elementary presso la Royal Accademy of Dancing, completando la propria preparazione con lo studio del tip tap, della danza jazz e dell’hip hop con vari insegnanti in Italia ed all’estero.
Dal ’90 inizia a lavorare come ballerina professionista in importanti produzioni televisive e teatrali, con coreografi quali Gino Landi, Fabrizio Angelini, Manolo Casalino, Don Lurio, Marcello Stramacci, Claudio Ferraro, Luciana Verdeggiante.
Dopo l’esperienza televisiva di “Scommettiamo che?”, si dedica definitivamente al musical e prende parte a “Bulli e Pupe” e “The Producers” con la compagnia della Rancia, “Chicago” edizione italiana, “Profondo rosso”, in cui interpretava il ruolo del Commissario, “Studio 54” ed ai varietà “nojo volevan savia ancor” con Enrico Montesano e “Gran Varietà Brachetti”.
Contemporaneamente crea spettacoli e coreografie per strutture estive quali “Forte Village” e “Chia Laguna”, per Casinò e per 5 edizioni di Genova Supercross.
Come insegnante di danza jazz e musical ha collaborato con le più importanti scuole di Milano, oltre ad aver lavorato presso Pineapple, Danceworks e London Studio di Londra tramite Global Vibrations.

 

Fabio Palermo: Laureato in Filosofia, si forma artisticamente nella scuola di Piero Ristagno, poeta siciliano, nel suo laboratorio teatrale prima e nel laboratorio di poesia successivamente.

Debutta in scena nel 1994 con uno spettacolo basato su Il cavaliere inesistentedi Italo Calvino e l’anno dopo alla regia con una rivisitazione del Milesgloriosus di Plauto nel Concorso Nazionale sul Teatro Greco.

Nel 1996 pubblica il suo primo libro di poesia, In bilico. Lettere da un mondo indissolubile e trova spazio in alcune importanti raccolte di racconti per giovani autori come la “Nuovo Millennio”.

Dal 1998 segue il Laboratorio di teoria e pratica della scrittura creativa di Tullio De Mauro, in collaborazione con il Dipartimento di studi linguistici e letterari dell’Università La Sapienza di Roma e la JohnCabotUniversity, pubblicando due racconti all’interno della collana dedicata all’incontro con importanti autori italiani (R. Bodei,F. Sanvitale,V. Magrelli).

Nel 2003 è docente all’interno del Master rivolto a studenti di tutta Italia con l’obiettivo di formare gli operatori per le Olimpiadi di Torino, con particolare focus sui temi legati alla comunicazione e all’interazione. Dal 2005 si sposta nell’area della creazione e regia di eventi per tornare dal 2009 a studiare e rivivere il teatro in prima persona, e nel 2010 mette in scena “Nessuno èperfetto”, liberamente tratto da A qualcuno piace caldo.

Dal 2012 è insegnante di un metodo multidisciplinare di recitazione nel “Laboratorio di consapevolezza ai fini scenici” all’interno di diverse strutture, e dal 2014 è un Coach, certificato presso la Erickson School of Coaching. Dal 2002 si occupa di Risorse Umane all’interno di importanti multinazionali. Dal 2009 in Janssen, azienda del gruppo Johnson&Johnson, è HR Business Partner, responsabile anche di Comunicazione & Eventi.